Sign in / Join

Samsung Galaxy S9: rumors, anticipazioni e quando esce

Samsung mostrerà i nuovi Galaxy S9 e S9+ al prossimo Mobile World Congress di Barcellona (in programma dal 26 febbraio al primo marzo). A confermarlo è DJ Koh, capo della divisione smartphone dell’azienda coreana durante un’intervista a ZDNet nel corso del CES di Las Vegas, in anticipo rispetto allo scorso anno quando Samsung decise di aspettare la metà di marzo per presentare i flagship in un evento organizzato a New York per il lancio. C’è molta attesa tra i fan per i nuovi top di gamma essendo la prima risposta del colosso di Seul all’uscita di iPhone X e del Mate 10 Pro, da parte dei suoi principali concorrenti in ambito smartphone, Apple e Huawei. Per il momento non sono trapelate molte informazioni sulle caratteristiche tecniche dei nuovi Galaxy S9 e S9+, ma è chiaro che dopo la rivoluzione del 2017 in termini di design e di schermo senza cornici, quest’anno è lecito aspettarsi pochi ritocchi, mirati a consolidare il cammino intrapreso con l’S8 e, al contempo, a rintuzzare gli attacchi degli avversari.

Quindi sarà migliorato il riconoscimento facciale (con un sensore che dovrebbe disporre di 3 megapixel invece dei 2 mp presenti sul modello in commercio) e si lavorerà molto sull’intelligenza artificiale, provando a implementare una rete neurale artificiale che possa far lavorare meglio Bixby (di cui aspettiamo la versione in italiano). Dal punto di vista del design dovrebbe cambiare poco o nulla, anche se Samsung sta cercando di ridurre ulteriormente lo spessore e la dimensione delle cornici per offrire gli stessi schermi dello scorso anno (5,8 pollici per l’S9 e 6,2 pollici per la versione Plus) ma con telefoni ancora più compatti. Ci sarà ancora il jack audio per le cuffie e un aggiornamento dal punto di vista dei processori: nel 2018 il grande cambiamento saranno i chip a 7 nanometri di grandezza (rispetto allo standard di adesso da 10 nm), che permetterà di guadagnare ulteriore spazio senza perdere nulla in termini di potenza. Poi dovrebbe esserci il salto verso la doppia fotocamera per l’S9+ “copiando” i dettagli tecnici del Note8 uscito un paio di mesi fa, e il passaggio ad una Ram da 6 Gb per quanto concerne la versione Plus, mentre sarebbero confermati il supporto alla ricarica wireless, la resistenza all’acqua e alla polvere e un lettore per le impronte digitali sul retro del dispositivo – non più accanto alla fotocamera, ma posizionato subito sotto.

Rimandato invece al prossimo anno il salto verso lo smartphone pieghevole, quel Galaxy X, che potrebbe farci tornare indietro ai vecchi cellulari con lo sportellino. Secondo Koh, il problema principale del telefono è la user experience, cioè la qualità dell’esperienza dell’utente che si trova a interagire con un prodotto nuovo quale è un cellulare con schermo pieghevole. L’azienda è al lavoro per raffinare i dettagli e dovrebbe lanciare la produzione del primo smartphone pieghevole a novembre con un lancio ipotetico a metà del 2019.

FONTE: GQ